Cavitazione

cavitazione tenerifeSi tratta di una tecnologia che usa onde ultrasoniche di bassa frequenza per produrre microscopiche bollicine che rompono le membrane degli adipociti, senza alterare le strutture adiacenti, rispettando l’integrità del sistema sanguineo e linfatico.

La cavitazione non utilizza cannule aspiranti, anestesia, né altri elementi chirurgici, perché attraverso un apparato che tocca semplicemente la pelle ed emette ultrasuoni, si può ottenere la dissoluzione e l’eliminazione del grasso superfluo contenuto nelle cellule adipose attraverso il sistema linfatico e dell’urina.

Il fenomeno fisico della cavitazione si basa sull’effetto degli ultrasuoni sui liquidi, che provocano la creazione ripetuta di micro bolle vuote dovute all’oscillazione rapida dei cambi di pressione. Usando la creazione e implosione di queste bolle si generano campi di pressione e densità sufficienti per la rottura della membrana adiposa, distruggendo le cellule grasse e provocando il riassorbimento dei trigliceridi attraverso il sangue e la linfa.

Si realizza una sessione di cavitazione di circa 40 minuti nelle zone da trattare (natiche, gambe e addome, per esempio), e a continuazione si applicano altre tecniche di drenaggio, massaggi o pressoterapia per facilitare l’eliminazione delle cellule grasse. Così si eviterà che si riassorbano di nuovo.

Prima e dopo ogni sessione si raccomanda bere abbondante acqua e fare una dieta ipocalorica. Si raccomanda fare esercizio fisico moderato tra sessione e sessione.

Questo trattamento migliora notevolmente la circolazione, elimina le tossine, aumenta il tono e l’elasticità dei tessuti ed è comprovato che aiuta a regolare il transito intestinale.